CAN Ancarano

Cos’è la CAN
Ai sensi della Legge specifica sulle Comunità nazionali autogestite (Zakon o Samoupravnih Narodnih Skupnostih – ZSNS), approvata dal Parlamento sloveno nell’ottobre del 1994, la Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana (CAN) è un soggetto di diritto pubblico ed è parte integrante dell’autonomia locale di ciascuno dei comuni dove risiede la comunità nazionale italiana (Ancarano, Capodistria, Isola e Pirano). Il ruolo e i diritti specifici della CAN sono sanciti dall’art. 64 della Costituzione della Repubblica di Slovenia.

L’organo supremo della CAN è il Consiglio, i quali membri vengono eletti a suffragio universale, diretto, uguale e segreto da parte dei cittadini sloveni con riconosciuto diritto di voto in qualità di appartenenti alla Comunità Nazionale Italiana in Slovenia. Le elezioni per il rinnovo del consiglio della CAN si svolgono di regola in concomitanza con quelle amministrative. Durante quest’ultime inoltre, l’elettorato della Comunità Nazionale Italiana è anche chiamato ad eleggere direttamente un consigliere appartenente alla nazionalità italiana nel Consiglio Comunale di Ancarano, il quale in base allo Statuto viene eletto come vicesindaco.
I rappresentanti delle Comunità Autogestite comunali di Ancarano, Capodistria, Isola e Pirano, formano il Consiglio della Comunità Autogestita Costiera della Nazionalità Italiana, che è l'ente rappresentativo della comunità degli italiani in Slovenia nei confronti dello Stato sloveno.
Le CAN, nel rispetto della Costituzione e della Legge sulle Comunità Autogestite, sono volte al controllo dell'attuazione corretta delle norme di legge specifiche per lo sviluppo e il mantenimento della Comunità nazionale italiana.

Quando nasce la CAN di Ancarano

L’effettiva costituzione del Comune di Ancarano, porta nel febbraio del 2015 alla creazione della Comunità autogestita della nazionalità italiana di Ancarano con l’obiettivo di realizzare i diritti specifici della nazionalità italiana residente ad Ancarano, garantiti dalla Costituzione della Repubblica di Slovenia, dalle leggi e dagli atti fondamentali degli organi della comunità d'autonomia locale.
Lo statuto del Comune di Ancarano infatti definisce le modalità di realizzazione dei diritti particolari della comunità nazionale autoctona italiana, ponendo in evidenza il fatto che sul territorio del comune, oltre allo sloveno, l’italiano è la lingua ufficiale.
I mezzi per il funzionamento della CAN di Ancarano vengono assicurati dal bilancio comunale. Parte dei mezzi previsti per il programma culturale, vengono erogati anche dal Ministero per la cultura della RS.

Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Ancarano
Sede ufficiale: Strada dell’Adriatico 66, 6280 Ancarano
Sede operativa: Via France Bevk 1, 6280 Ancarano
Contatti: info@can-ancarano.si e 05/6653 090

Orario d’ufficio:
lunedì 9.00 - 13.00
mercoledì 9.00 - 13.00 15.00 - 17.00
venerdì 9.00 - 13.00

Cos’è la CAN

Ai sensi della Legge specifica sulle Comunità nazionali autogestite (Zakon o Samoupravnih Narodnih Skupnostih – ZSNS), approvata dal Parlamento sloveno nell’ottobre del 1994, la Comunità autogestita della nazionalità italiana (CAN) è un soggetto di diritto pubblico integrato nell’autonomia locale di ciascuno dei comuni dove risiede la comunità nazionale italiana (Ancarano, Capodistria, Isola e Pirano). Il ruolo e i diritti specifici della CAN sono sanciti dall’art. 64 della Costituzione della Repubblica di Slovenia.

L’organo supremo della CAN è il Consiglio, i quali membri vengono eletti a suffragio universale, diretto, uguale e segreto da parte dei cittadini sloveni con riconosciuto diritto di voto in qualità di appartenenti alla Comunità Nazionale Italiana in Slovenia. Le elezioni per il rinnovo del consiglio della CAN si svolgono di regola in concomitanza con quelle amministrative. Durante quest’ultime inoltre, l’elettorato della Comunità Nazionale Italiana è anche chiamato ad eleggere direttamente un consigliere appartenente alla nazionalità italiana nel Consiglio Comunale. Nel caso del Comune di Ancarano è previsto da statuto comunale, che questi diventi anche vicesindaco nel caso il Consiglio comunale si avvalga della possibilità di avere due vicesindaci.

I rappresentanti delle Comunità autogestite comunali di Ancarano, Capodistria, Isola e Pirano, formano il Consiglio della Comunità autogestita Costiera della nazionalità italiana, che è l’ente rappresentativo della comunità degli italiani in Slovenia nei confronti dello Stato sloveno.

Le CAN, nel rispetto della Costituzione e della Legge sulle Comunità autogestite, sono volte al controllo dell’attuazione corretta delle norme di legge specifiche per lo sviluppo e il mantenimento della Comunità nazionale italiana.

 

Quando nasce la CAN di Ancarano

L’effettiva costituzione del Comune di Ancarano, porta nel febbraio del 2015 alla creazione della Comunità autogestita della nazionalità italiana di Ancarano con l’obiettivo di realizzare i diritti specifici della nazionalità italiana residente ad Ancarano, garantiti dalla Costituzione della Repubblica di Slovenia, dalle leggi e dagli atti fondamentali degli organi della comunità d’autonomia locale.

Lo statuto del Comune di Ancarano infatti definisce le modalità di realizzazione dei diritti particolari della comunità nazionale autoctona italiana, ponendo in evidenza il fatto che sul territorio del comune, oltre allo sloveno, l’italiano è la lingua ufficiale.

Il Ministero per la cultura della Repubblica slovena inoltre assicura parte dei mezzi previsti per il programma culturale.

 

Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Ancarano

Sede ufficiale: Strada dell’Adriatico 66, 6280 Ancarano
Sede operativa: Via France Bevk 1, 6280 Ancarano
Contatti: info@can-ancarano.si e 05/6653 090

Orario d’ufficio:
lunedì 9.00 – 13.00
mercoledì 9.00 – 13.00 15.00 – 17.00
venerdì 9.00 – 13.00

Italiano